CQC

B) Il decreto legislativo 21 dicembre 2005, n.286 e succ. mod. e int.

La disciplina comunitaria suddetta è stata recepita nel nostro ordinamento con il decreto legislativo 21 novembre 2005, n. 286 e successive modifiche ed integrazioni.

La legge 1 marzo 2005, n. 32, con la quale è stata conferita la delega a tale recepimento, prevede in particolare all’art. 2, co. 1, lett. d, l’ “introduzione di una normativa di coordinamento” fra i principi della direttiva 2003/59/CE ed il sistema della patente a punti.

Poiché la direttiva considera i soggetti ai quali la stessa è riferita quali “conducenti” esercenti un’attività professionale di trasporto di persone o di cos, si ritiene che il riferimento alla “cittadinanza”(in essa posto) sia da intendersi come assorbito dal dato dell’esercizio di tale attività professionale: pertanto, sotto il profilo dell’applicazione di tutto il complesso delle disposizioni nazionali in esame si ritiene doversi fare riferimento alla patente posseduta, distinguendo se la stessa italiana, rilasciata da altro Stato comunitaria o da paese terzo. Tale considerazione ha ancor piu rilievo anche alla luce dei profili inerenti l’eventuale applicazione della disciplina di cui all’art. 126-bis CdS.

Continua a seguici su Facebook

seguici

Amici Accademici

502193
Oggi
Ieri
Questa settimana
Ultima settimana
Questo mese
Ultimo mese
Tutti
2040
1387
15295
476396
30771
40266
502193

Your IP: 54.224.121.67
2017-11-17 17:14

La tua Accademia in Franchising

Franchising accademia italia

Sei un istruttore / insegnante e vuoi metterti in proprio? Il franchising accademia italia è la soluzione per te!

Scopri Come

Please publish modules in offcanvas position.