CQC

3.4 Disposizioni particolari per il primo rilascio della CQC per documentazione a soggetti titolari di patente rilasciata sa Stato extracomunitario

Il titolare di patente extracomunitaria, qualora abbia tempestivamente conseguito la CQC per documentazione, trascorso un anno dall’acquisizione della residenza in Italia, non può piu esercitare attività di autotrasporto professionale in quanto la patente posseduta non è piu idonea ad abilitarlo alla guida su territorio italiano ai sensi dell’art. 135, co. 1, del codice della strada.

In tal caso si procede come segua:

  1. 1)titolare di patente extracomunitaria, rilaciata da uno Stato con il quale non sussistono rapporti di reciproca conversione delle patenti di guida: ai sensi dell’articolo 22, comma 7-bis, del decreto legislativo n. 286/2005 e successive modificazioni (come introdotto dall’articolo 51, co. 1, lett. C) della legge n. 120/2010), allo stesso è consentito conseguire per esame una nuova patente di categoria equivalente a quella extracomunitaria in precedenza posseduta, in deroga ai criteri di propedeuticità di cui all’art. 116, co. 6, del codice della strada. A tal fine si tiene conto del giudizio di equipollenza gia effettuato in sede di rilascio della CQC secondo i criteri indicati sul paragrafo 3.1. All’atto del rilascio della nuova patente, è altresì rilasciato duplicato della CQC con una data di scadenza corrispondente a quella della CQC precedentemente posseduta.
  2. 2)Titolare di patente extracomunitaria in corso di validità, rilasciata da uno Stato con il quale sussiste un rapporto di reciproca conversione delle patenti di guida: lo stesso può convertire la patente estera posseduta e in corso di validità nella equipollente patente italiana e conseguirne un duplicato della CQC avente data di scadenza corrispondente a quella della CQC precedentemente posseduta. Il duplicato della CQC deve essere rilasciato anche qualora sulla patente italiana ottenuta per conversione debba essere disposto il provvedimento di revisione.
  3. 3)Titolare di patente extracomunitaria scaduta di validità, rilasciata da uno Stato con il quale sussiste un rapporto di reciproca conversione delle patenti di guida: ai sensi dell’articolo 22, comma 7-bis, del decreto legislativo n. 286/2005 e successive modificazioni (come introdotto dall’articolo 51, co. 1, lett. C) della legge n. 120/2010), allo stesso è consentito conseguire per esame una nuova patente di categoria equivalente a quella estera in precedenza posseduta, in deroga ai criteri di propedeuticità di cui all’art. 116. co. 6, del codice della strada. All’atto del rilascio della nuova patente, è altresì rilasciato duplicato della CQC con una data di scadenza corrispondente a quella della CQC precedentemente posseduta.

In tutti e tre i precedenti casi, qualora la CQC precedentemente posseduta sia scaduta, il duplicato della stessa non può essere rilasciato prima che sia stato frequentato un corso di formazione periodica ed eventualmente sostenuto l’esame, ai sensi dell’articolo 13, co. 10, del DM 16 ottobre 2009 (cfr. paragrafo 7).

Continua a seguici su Facebook

seguici

Amici Accademici

425620
Oggi
Ieri
Questa settimana
Ultima settimana
Questo mese
Ultimo mese
Tutti
571
926
2208
413324
33957
38797
425620

Your IP: 54.162.10.211
2017-09-26 09:17

La tua Accademia in Franchising

Franchising accademia italia

Sei un istruttore / insegnante e vuoi metterti in proprio? Il franchising accademia italia è la soluzione per te!

Scopri Come

Please publish modules in offcanvas position.